spazio_iphone_altro

Molti si chiedono la voce “altro” sull’iPhone cosa comprende e se si può liberare lo spazio e la memoria occupato, questi sono alcuni degli interrogativi  che si pone chi utilizza l’iPhone da poco tempo.

Questa voce “Altro” può occupare da poche centinaia di megabyte fino agli oltre 2GB e più di spazio su iPhone e iPad, tanto che diventa laborioso capire cosa fare per liberare un po’ di memoria.

Per conoscere lo spazio occupato da questa voce, basta collegare l’iPhone ad iTunes, cliccare su “Riepilogo” dal menu di sinistra e posizionare il mouse sulla voce altro nella barra in basso. Infatti, iOS non permette di sapere quanto spazio è occupato da “Altro” direttamente da iPhone.

Cosa comprende la voce “Altro”

In questa voce si trova gran parte di quello che non rientra nelle altre categorie App, Audio, Libri, Documenti e Dati, Film, Spettacoli TV, Foto e Podcast. In generale, la memoria è occupata da:

  • I settaggi del dispositivo
  • Le voci di Siri
  • Le voci HQ del VoiceOver
  • I file della cache
  • I dati di sistema

I siti offline salvati su Safari, i file creati con le app e i contenuti presenti in SMS, iMessage, calendari, contatti e allegati e-mail non fanno parte dello storage occupato da “Altro”. Questi elementi rientrano nella categoria “Documenti e dati” di iTunes.

Questo è l’elenco completo delle categorie di dati memorizzate su iOS e rappresentate su iTunes:

  • Audio: canzoni, podcast audio, audio-libri, memo vocali e suonerie
  • Video: film, video musicali e spettacoli TV
  • Foto: contenuti del Rullino, streaming foto e Libreria Foto
  • App: tutte le app installate
  • Libri: libri iBooks e file PDF
  • Documenti & Dati: siti Safari salvati offline, file creati con le app, contenuti di contatti, calendari, iMessage, SMS, email e relativi allegati.
  • Altro: settaggi, voci Siri, dati di sistema, file della cache

Lo spazio della voce “Altro” è occupato dai vari file memorizzati nella cache. La stessa Apple fa sapere che iOS crea file memorizzati nella cache quando parte lo streaming di contenuti come musica, video e foto, al fine di velocizzarne la visualizzazione.

Su iOS, la maggior parte dei file memorizzati nella cache non possono essere visualizzati dall’utente, anche se è possibile visualizzare la lista dei siti offline salvati su Safari, che può essere eliminata dalle impostazioni dell’app. D’alta parte, iOS gestisce automaticamente la cache di contenuti video e audio streaming, quindi non è possibile cancellarli in modo manuale.

Ad esempio se lanciate un video streaming di un film da 5GB acquistato su iTunes, la voce “Altro” sarà occupata dai 5GB di questo contenuto. Poiché questo spazio occupato non può essere controllato direttamente su iOS, gli utenti meno informati potrebbero perdere ore a cercare di capire da dove è sparito questo spazio in memoria…

Pertanto,  iOS gestisce automaticamente questo spazio in riferimento soprattutto alla cache. In pratica, il sistema operativo svuota la cache in modo “intelligente”, ogni qual volta questa operazione si renda necessaria per fare spazio ai contenuti inseriti manualmente dall’utente. Per questo motivo, la voce “Altro” è soggetta a continui cambiamenti in termini di spazio occupato.

Anche le App occupano la cache in parte, visto che molti titoli creano dei residui di file temporanei sul dispositivo per consentire il caricamento più veloce da parte dell’utente. Ad esempio, l’app della fotocamera e molte app fotografiche di terze parti creano la loro cache per le foto. Questi file temporanei, insieme ad altri elementi delle app che sono contrassegnati dal sistema come “eliminabili”, fanno parte della cache memorizzata in “Altro”. Anche altre operazioni banali come una sincronizzazione iTunes non andata a buon fine possono “sporcare” la cache e i file temporanei, andando ad occupare spazio in questa ormai nota voce “Altro”.

Alcune applicazioni come Phone Clean consentono di pulire in parte la cache e di liberare manualmente molto dello spazio occupato da “Altro”. Tali cancellazioni non andranno ad eliminare i dati memorizzati nelle app, né tantomeno le app stesse. I dati delle app, le impostazioni e tutti i documenti salvati fanno infatti parte di un database separato dalla cache di sistema.

Ricordiamoci, quindi  che quando visualizziamo  lo spazio occupato da Altro su iTunes  in esso sono compresi i file temporanei come audio, video e  immagini, che quindi non rientrano nelle relative categorie “Audio”, “Video” e “Foto” presenti nella stessa barra.

Enormale quindi  chiedersi se è possibile diminuire lo spazio occupato da Altro, è possibile ma non completamente. In primis, non è possibile eliminare manualmente i file memorizzati nella cache. iOS effettua questa operazione in modo automatico, anche se in modo molto soft e non sempre con l’eliminazione completa di tutti i file temporanei.

Oltre a PhoneClean, ci sono anche altre applicazioni che permettono di eliminare in gran parte i file temporanei che occupano lo spazio di “Altro” su iOS:

  • PhoneExpander;
  • iMyfone Umate;
  • iFun Box;
  • DeciPher Phone Cleaner.

Comunque se ci sono problemi nell’utilizzo di PhoneClean su iPhone jailbroken,  come  alternativa si consiglia l’utilizzo di iMyFone Umate.

Queste app sono quindi in grado di farvi gestire manualmente la cache su iOS e di liberare diverso spazio sul vostro dispositivo. E’ possibile anche  il ripristino dell’iPhone con successivo recupero di un backup iCloud può diminuire drasticamente le dimensioni di Altro, perchè sui backup iCloud non vengono salvati i file temporanei. Il backup di iTunes, invece, conserva molti di questi file temporanei.

Infine, il riavvio forzato dell’iPhone (premere per alcuni secondi i tasti sleep+home contemporaneamente, fino a quando non vedrete l’icona della mela) può comportare la cancellazione di alcuni file contenuti nella cache.

Questo è  quello che c’è da sapere su “Altro”.

Su iPhone la voce “Altro” occupa spazio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *