Il The Economic Time ha riportato la notizia che Apple ha dovuto temporaneamente sospendere il lancio di Apple Pay in India per problemi con le leggi nel paese e diversi ostacoli tecnici.

 

Apple è preoccupata per la recente norma sulla gestione dei dati della Reserve Bank of India, che chiede alle aziende di archiviare tutti i dati di pagamento degli utenti del paese in server localizzati in India.

E infatti a causa di questa regola, molte aziende, tra cui Apple, Amazon, PayPal, WhatsApp, Visa e MasterCard,  stanno valutando e rivedendo i loro piani di lancio dei  servizi di pagamento mobile. Apple stava per ultimare gli ultimi accordi per poi lanciare Apple Pay in India.

Oltre questi ostacoli, Apple ha riscontrato alcuni problemi tecnici, soprattutto per quanto riguarda l’utilizzo del Touch ID come modalità di autenticazione per i pagamenti in India. Infatti sembra che l’NPCI non ha accettato questa modalità, perché l’autenticazione dei pagamenti nel paese deve avvenire tramite codici a sei o quattro cifre. Non sono previste transazioni autorizzate tramite sistemi biometrici.

Comunque Apple continua a lavorare con altre Aziende  per trovare una soluzione.

In India temporaneamente sospeso il lancio di Apple Pay per problemi legali e tecnici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *