water_damage
Se una tazzina di caffè si riversa su un Macbook Pro (non si augura a nessuno), eppure ogni tanto accade anche a questo ci sono una serie di misure che potete e dovete mettere subito in atto per limitare i danni; e se siete fortunati, e la quantità di liquidi non è eccessiva, potreste addirittura risolvere senza neppur un chiamare un tecnico.
  1. Staccate immediatamente il connettore MagSafe dalla parte asciutta: è magnetico, quindi verrà via in un lampo. Se questo non dovesse bastare, abbassate immediatamente il contatore dell’elettricità generale; tutti gli impianti, oggigiorno, hanno il salvavita, ma è sempre meglio per precauzione. Nella maggior parte dei casi, comunque, lo scenario è meno disastroso, e riguarda una tazza di liquidi o poco più: è in particolare di queste situazioni che vogliamo occuparci.
  2. Cosa da fare è spegnere il Mac, anche forazatmente (tente premuto il tasto di accensione per qualche secondo). Ci peoccuperemo dei documenti in un secondo momento. Poi, staccate subito tutti i cavi usb/rete/firewire, se non l’avete già fatto, compreso quello di alimentazione, le penne USB, il monitor esterno e perfino mouse e tastiera. Si tratta di dispositivi alimentati, il che significa che potrebbero causare un microcorto circuito. Infine, staccate anche la batteria  armatevi di pazienza e cacciavite adatto; cosa che, se ve la sentite, vi consigliamo di fare.
  3.  Tamponare l’acqua rimasta sul trackpad e sul resto della scocca con un panno superassorbente. Se li avete, con i cotton fioc ripulite gli interstizi delle porte o della tastiera. Rimuovete anche l’umido tra i tasti, se necessario
  4. Se la quantità di liquido versato è ingente, o se avete il timore che ci sia parecchia acqua tra i circuiti, mettete immediatamente a testa in giù il Mac, facendo aderire la tastiera ad un panno o un asciugamano, inoltre miraccomando con il Phon a debita distanza socchiudete il Macbook a testa in giù e lasciate agire il Phon.
  5. Non abbiate fretta. Può volerci molto tempo perché l’umido e le goccioline d’acqua bloccate tra i componenti interni si asciughino spontaneamente; anche 4 giorni interi, se non di più. Dopodiché, se ve la sentite, fate la prova accensione: se siete stati fortunati, il vostro Macbook continuerà a funzionare come al solito; nella maggior parte dei casi, potreste dover sostituire la tastiera, o il trackpad, il che limiterebbe per lo meno i costi di riparazione (se poi siete ancora coperti dalla garanzia, tanto meglio: pagherete solo il costo del componente).

Se vi è mai capitato, ed avete risolto,  scrivete e raccontatelo nei commenti…

Grazie

Ecco cosa dovete fare se l’acqua o altre sostanze liquide vengono sfortunatamente in contatto con il MacbooK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *